h1

Installazione di KDE 4.0 su Gentoo

giugno 12, 2008

Bene bene bene, KDE 4.0 è da un pò di tempo finalmente sul portage, questa è una guida per chi volesse provarlo, oppure come me, provarlo e poi eliminarlo!

Cominciamo

Ricordiamo che KDE 4.0 è un package mascherato, in quanto definito instabile e buggato.Per sviare da questo problema possiamo spicciarci subito mettendo nel /etc/make.conf :

ACCEPT_KEYWORDS=”~x86” // se avete intel

ACCEPT_KEYWORDS=”~am64” // se avete amd

Questa procedura fa si che il portage sbocchi tutti i package ritenuti instabili ovviamente non quelli hard masked [M], rendendoli stabili.

La procedura che ho illustrato precedentemente è sconsigliata al massimo da me e da chi ha un minimo di conoscenza nel campo Gentooniano, dato che rende il sistema altamente instabile.

Se vogliamo fare le cose bene per prima cosa dobbiamo inserire nel /etc/portage/package.keywords e nel /etc/portage/package.unmask i seguenti package
package.keywords
package.unmask

Prima d’installare il tutto controlliamo che dev-libs/xmlrpc-c sia compilato con le seguenti USE curl e libwww, facendo

# emerge -pv xmlrpc-c

[ebuild R ] dev-libs/xmlrpc-c-1.06.09-r2 USE=”curl libwww threads” 0 kB

Dato che KDE 4.0 richiede le qt:4.0 compilate con determinate USE noi andiamo ad aggiungere la seguente riga nel /etc/portage/package.use

x11-libs/:4 accessibility dbus gif jpeg png qt3support ssl zlib

Fatto questo siamo pronti per compilare il tutto, Gentoo ci permette di poter installare in due modi o monoliticamente o split ebuilds, io consiglio la seconda altrimenti andrete a compilare la miriade di programmi di KDE 4.0 quindi:

split ebuilds

# emerge -avD kde-base/kde-meta:kde-4

monolitico

# emerge -avD kde-base/kdebase-startkde:kde-4

Per farlo partire tramite KDM basterà modificare etc/conf.d/xdm cambiando il tutto in

DISPLAYMANAGER=kdm-4.0

Buona prova

Annunci

3 commenti

  1. “bloccato” non e` la parola giusta. Mascherato si.

    Inoltre, ACCEPT_KEYWORDS”~arch” non fa nient’altro che smascherare in auto tutti i pacchetti sotto ~ della tua architettura, e NON quelli hard masked [M]. Quindi non sono tutti i pacchetti.
    Non e` una operazione sconsigliatissima e rischiosa, infatti molti usano ~x86 o ~amd64, con qualche piccola accortezza. Vi sono arch addirittura tipo ~x86-fbsd o ~sparc-fbsd che non hanno pacchetti marcati stable

    dav


  2. sul mascherato ci siamo ho sbagliato non mi veniva in mente, infatti dopo ho scritto “in quanto definito instabile e buggato”.

    Secondo me è un operazione sbagliata lasciare ~x86 , se sono mascherati c’è un motivo, no?

    Poi se vuoi un post dettagliato su tutte le architetture disponibili, te lo faccio, ho soltanto generalizzato sulle arch più usate, bhè..poi devo ancora spiegazioni? 😉


  3. usare ACCEPT_KEYWORDS è un metodo idiota … c’è autounmask fatto apposta, decisamente piu veloce, efficente e pulito



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: